de | fr | it

Yogurt Community Switzerland: uno sguardo dietro alle quinte del test


 

Yogurt alla frutta con meno zucchero semolato? Peroriamo la causa!
Da mesi collaboriamo insieme ad altre tester all’interessante progetto di riduzione dello zucchero condotto da HIRZ e LC1, che mira a ridurre complessivamente del 20% lo zucchero semolato in tutti gli yogurt alla frutta dei due marchi (rispetto alle ricette del 2013) entro la fine del 2020. Si tratta di un obiettivo molto ambizioso, poiché, malgrado la minor quantità di zucchero, gli yogurt devono conservare lo stesso gusto gradevole e intenso di sempre, perfettamente in linea con la regola d’oro: «Meno zucchero semolato, gusto identico».

 

Mirtilli? Sempre graditi a Patrizia e alle sue ragazze!
Dopo aver sottolineato nel nostro ultimo blog che è assolutamente possibile abituarsi a una minor dose di zucchero, oggi desideriamo mostrarvi in che modo lavorano le nostre compagne di assaggi. Patrizia, che scrive su zigzagfood, ci offre uno sguardo dietro alle quinte della procedura di test che, tra l’altro, conduce fin dall’inizio sempre insieme alle sue due figlie!

 

Il colore tradisce la verità: si tratta di uno yogurt all’albicocca.

Grazie allo splendido tempo estivo, abbiamo potuto organizzare il nostro test degli yogurt all’aperto: fantastico! Assaggiare yogurt freschi alla frutta con condizioni meteo ideali è ancora più bello! E così, per la quinta volta, abbiamo ricevuto la nostra fornitura di yogurt, sempre composta da sei pezzi in due diverse varianti di gusto. Ciascun vasetto dispone di un apposito codice che agevola la pubblicazione e l’analisi dei risultati su una piattaforma web.

 

Sempre due varianti di gusto
Ciò che abbiamo notato fin da subito è stata la gradevole differenza, anche a livello visivo, delle due varianti di gusto tra loro. In più, questa volta abbiamo ricevuto anche un piccolo extra incluso nella confezione: un bel cucchiaino per l’assaggio degli yogurt, che è stato subito inaugurato appositamente per l’occasione.

 

La preparazione
Questa volta abbiamo albicocca e mirtillo, e, come sempre, coinvolgo nella degustazione le mie figlie. Le ragazze non potevano chiedere di meglio: sono i loro due gusti preferiti. E allora, let’s do it! La panoramica del test con gli smiley è pronta, gli yogurt alla mano e il cucchiaino saldo in pugno: si parte…!

 

Linea rossa – Mirtillo
I tre vasetti risultano tutti ottimi. E ciò non stupisce, perché a casa nostra i mirtilli sono molto amati in tutte le declinazioni, quindi anche lo yogurt al mirtillo è sempre gradito. Le ragazze hanno quindi assegnato subito la stessa valutazione «da buono a ottimo» per tutti e tre gli assaggi. Interessante: magari è stata la luce a confonderci, ma ci è sembrato che uno yogurt fosse meno rosato e intenso nel colore. Che fosse perché conteneva più frutta? Ad ogni modo, abbiamo constatato che questo yogurt risultava anche più acido rispetto agli altri due, caratteristica da noi comunque molto apprezzata. A livello di consistenza, il secondo prodotto testato appariva più cremoso e, a nostro parere, presentava una punta di vaniglia. Ma anche sul fronte del gusto era squisito. Il terzo vasetto era invece quello per noi più dolce di tutti.

 

Linea blu – Albicocca
Anche il gusto albicocca è delizioso. Ho perfino dovuto frenare un po’ le ragazze: il cucchiaino era stracolmo, fisicamente e virtualmente, di entusiasmo per il nuovo test e il relativo gusto. Il primo yogurt è stata la variante preferita delle mie figlie, e anche quello con la maggiore quantità di zucchero. Personalmente mi piaciuto di più il secondo yogurt: con una punta di acidità nel finale, ma a mio parere ben assortita. Il terzo vasetto era più cremoso e dolce rispetto al secondo.

 

Conclusione
Poiché i gusti ci sono risultati molto graditi, siamo state piuttosto generose nella nostra valutazione, assegnando a tutti gli yogurt il giudizio «da buono a ottimo». Valutando in modo identico tutti gli yogurt testati, questa volta ci siamo leggermente discostate dalla posizione generale, assegnando talvolta valutazioni più positive rispetto alle nostre compagne di assaggi.

«In realtà ci sono piaciuti tutti. Va bene lo stesso?»

 

Motivate a raggiungere l’obiettivo
Siamo curiose di sapere come il percorso procederà e siamo contente di sapere che l’obiettivo si sta avvicinando sempre più e che la dose di zucchero può essere ulteriormente ridotta. Per concludere, ho rielaborato gli altri yogurt creando qualche Fro-Yo-Bite perfetto per il caldo dell’estate! Senz’altro saranno «spazzolati» nel weekend!

 

Un fantastico riutilizzo degli avanzi: Frozen Yogurt!

Grazie, cara Patrizia, per aver degustato in modo tanto scrupoloso insieme alle tue figlie e per aver valutato gli yogurt con grande impegno e serietà.

Se siete interessati a saperne di più sull’argomento, sul sito della campagna trovate ulteriori informazioni e i resoconti dei testi delle altre blogger che hanno preso parte al progetto con me. Sui Social Media più diffusi sono invece disponibili post sempre nuovi relativi alle varie tornate di test con i seguenti hashtag : #YogurtCommunity #Kristallzuckerreduktion #YogurtCommunitySwitzerland #Yogurttesting #WirTestenFürDieAngelones

 

Last but not least: qui trovate i post già pubblicati in relazione a questo test:

 

Questo post è frutto della collaborazione con Lactalis Nestlé Prodotti Freschi Svizzera SA. Grazie per i prodotti approntati per la degustazione e per la partecipazione a questo progetto, insieme alle nostre lettrici!